10 CONSIGLI PER ATTRARRE L’ATTENZIONE DEI BUSINESS ANGELS

Chi finanzia le start up

1) Conoscere la differenza tra Venture Capital e Business Angel:

Il business angel opera indicativamente su dimensioni di intervento da 10 fino a 500 mila Euro e, prevalentemente, nella fase di avvio (start up) dell’attivit√† imprenditoriale. Il venture capitalist, invece, opera su dimensioni maggiori e nelle fasi di sviluppo e consolidamento dell’azienda. In Italia mediamente un Business Angel investe circa 180.000‚ā¨ nelle operazioni di suo interesse.

2) √ą necessario creare un Business Plan che metta soprattutto in risalto il vostro vantaggio sostenibile:

E’ molto raro che un imprenditore raccolga capitali da investitori privati senza definire chiaramente il panorama competitivo della propria attivit√† e di come la sua idea/soluzione abbia un chiaro vantaggio competitivo rispetto ai suoi competitors. Gli investitori vogliono conoscere le “barriere all’ingresso”, vale a dire come si pu√≤ mantenere concorrenziale la propria idea nel tempo. Alcune barriere all’ingresso possono includere: brevetti, segreti commerciali e propriet√† di sviluppo tecnologico.

3) √ą necessario accettare il fatto che avere “una buona idea” spesso non √® sufficiente per raccogliere capitali da investitori privati, si dovrebbe lavorare per fornire una prova concreta che l’idea √® economicamente interessante:

Nel mondo dell’Angel Investing √® ben noto che le buone idee sono abbondanti ma che le esecuzioni ben fatte sono rare. E’ riconosciuto che l’idea in s√© non crea il successo.
L’esistenza di un prototipo o di un modello pu√≤ aumentare notevolmente le probabilit√† di attrarre gli investitori; la fase di progettazione tipicamente la si finanzia attraverso capitali propri o di amici/famiglia.
I Business Angels sono ben impressionati quando l’imprenditore dimostra un effettivo interesse di clienti disposti a testare e comprare il prodotto/servizio; questo risolverebbe molti dubbi.
In conclusione un imprenditore in grado di dimostrare di poter trovare clienti paganti ha molte pi√Ļ chances di essere finanziato rispetto ad un imprenditore che si presenta semplicemente con una idea ed un business plan.

4) √ą necessario accettare il fatto che se volete raccogliere del capitale questo richiede comunque una spesa:

Se avete deciso di raccogliere del capitale per la vostra start up potete aumentare le vostre probabilità di successo incaricando dei professionisti che vi aiutino durante tutto il processo. Ciò richiede un certo budget che finanzi tutto il processo di creazione e invio di piani aziendali, viaggi, telefono e altro ancora.
Non è realistico supporre che i professionisti ti aiutino con una promessa di pagamento nel caso in cui la tua idea venga finanziata.
All’inizio dello sviluppo della tua start up il valore delle quote √® pari a zero e la societ√† √® illiquida.
La consulenza di professionali legali, contabili e di altri servizi devono essere pagati per il loro impegno professionale; anche loro hanno delle aziende da portare avanti e fornitori che richiedono denaro al fine di fornire l’assistenza necessaria.
A questi professionisti puoi proporre una partnership che si deve concretizzare con l’offerta di parte delle azioni per proteggersi dal rischio di insuccesso.

5) Dovresti contattare Business Angel il pi√Ļ possibile coerenti con la tua idea:

Se hai deciso che il Business Angel possa fare al caso tuo, cerca di concentrarti su coloro che ti possono effettivamente aiutare. I business angel non hanno le risorse finanziarie per investire in tutte le aziende che si rivolgono a loro. I network di Business Angel possono aiutarti in questa selezione.
Ogni BAN (Business Angel Network) ha i suoi criteri di investimento:
Deal dimensione: l’imprenditore non dovrebbe sorprendersi scoprendo che mediamente un singolo Business Angel investe al massimo 180.000‚ā¨, √® proprio per questo che si creano i gruppi di investitori per poter aiutare un pi√Ļ alto numero di imprenditori.
Stage Company: Alcuni Business Angel investono unicamente in seed o start-up, mentre altri cercano investimenti in aziende in fase di espansione.
Settore: i Business Angel tendono ad investire in imprese che lavorano in settori a loro conosciuti o per i quali riescono ad ottenere velocemente informazioni.

6) Cerca di riconoscere quali professionalità necessita la tua start up per raggiungere il successo:

Una start up ha maggiori probabilità di successo se al suo interno investono almeno 1 o 2 investitori con diverse esperienze in modo che le loro professionalità siano un plus per il team.
A differenza dei venture capital, che prestano molta attenzione alle esperienze di successo passate, i business angel sono interessati a valutare l’imprenditore anche quando questo √® alla sua prima esperienza imprenditoriale; l’importante √® essere trasparenti e sinceri per ottenere la loro fiducia.

7) Raccogliere capitale è un processo molto lungo:

Una domanda comune √®: quanto tempo mi ci vorr√† per raccogliere fondi? Una risposta appropriata √®: pi√Ļ lungo di quanto si pensi, pu√≤ durare in media dai 3 ai 6 mesi.

Durante questo periodo i Business Angel chiedono numerose domande per il loro processo di due diligence; solleveranno obiezioni per quanto riguarda il mercato, la strategia di marketing, la tecnologia, i processi ed il panorama competitivo.
La vostra capacità di rispondere in modo chiaro a queste domande e di gestire le obiezioni saranno fondamentali per ottenere i capitali che ricercate.

8) Riconoscere che i Business Angel sono investitori “con un valore aggiunto”:

I Business Angeli portano con s√© “un valore aggiunto” non indifferente, tra cui: (1) esperienza nel settore, (2) conoscenze preziose del settore, (3) la loro capacit√† di mentore, (4) idee creative, (5) contatti per il vostro business.
Questi investitori danno un valore al vostro business che va ben oltre il solo contributo finanziario.

9) Devi essere accattivante e dimostrare tutto il tuo carattere:

I Business Angels soprattutto valutano il management, dunque se hai l’occasione di parlare davanti a loro devi essere accattivante, esporre in maniera chiara e dimostrare le tue doti manageriali ed organizzative. La presentazione deve essere emozionale, lo “storytelling” attraverso molte immagini conquista maggiormente l’attenzione degli investitori.

10) Investi i tuoi soldi nella tua idea:

Se si desidera avviare un’impresa bisogna essere disposti ad investire il proprio denaro.
Gli imprenditori devono almeno investire il 20% del valore della propria idea per sperare di trovare qualche Business Angel disposto a finanziarli. Gli imprenditori che non sono disposti ad assumersi tale rischio non sono considerati imprenditori seri dalla comunità degli investitori e molto probabilmente non riceveranno alcun finanziamento.