Il Ministero dello Sviluppo Economico rilancia per il biennio 2017-2018 Smart&Start Italia, il principale incentivo governativo dedicato alla nascita, alla crescita e allo sviluppo delle startup innovative ad elevato contenuto tecnologico, rifinanziato con 95 milioni di euro.

 

Smart&Start Italia

 

Le risorse sono destinate alle startup innovative di tutta Italia, che desiderano sviluppare prodotti, servizi o soluzioni innovative nel settore della digital economy, o che sono coinvolte in progetti di valorizzazione della ricerca pubblica o privata.
Per poter richiedere il finanziamento, è necessario presentare la domanda sul sito www.smartstart.invitalia.it. Tutte le richieste sono valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione, nel rispetto del termine previsto di 60 giorni.

 

Gestito da Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, di proprietĂ  del Ministero dell’Economia), il progetto finanzia programmi di spesa compresi tra 100 mila e 1,5 milioni di euro. Consiste in un mutuo privo di interessi e senza necessitĂ  di fornire garanzie per la copertura dei costi d’investimento e di gestione correlati all’avvio dell’attivitĂ  (costi dei dipendenti inclusi).  Esclusivamente per le startup delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia è destinata un’ulteriore quota di finanziamenti a fondo perduto del 20%.

 

Il programma Smart&Start, fin dal 2013, ha finanziato in totale 745 startup, per un totale di 234 milioni di euro (dati aggiornati al 1 aprile 2017). La maggior parte dei progetti finanziati riguarda i settori dell’economia digitale, dell’ambiente, dell’energia, delle nuove tecnologie e del life science.

Se la prima edizione era destinata solamente alle startup del Mezzogiorno, dal 2015 le agevolazioni sono state estese a tutte le startup del territorio italiano.

Cogliamo l’occasione per ricordare che il 14 aprile riprenderà il ciclo di Webinar per dare informazioni precise ed aggiornate per chi desidera presentare le domande d’iscrizione.

 

 

Fonte:

startupitalia.eu

Rielaborato da Custodi di Successo

 

 

Tag:, ,