Iniziamo l’anno “in bellezza” e riproponiamo un articolo pubblicato qualche giorno fa da Business Insider Italia, dove vengono stilate le 10 migliori startup italiane che potranno avere successo nel corso del 2017 in termini di: fattibilità, esigenza del mercato ed utilizzo delle nuove tecnologie.

In linea generale, nel corso dello scorso anno sono stati sviluppati soprattutto progetti B2B, che hanno l’obiettivo di risolvere i problemi reali delle aziende.

 

Tra quelle identificate, spicca Kopjra, startup legaltech nata con l’obiettivo di risolvere le sfide che riguardano la proprietà intellettuale e la tutela della privacy su Internet. Gia finanziata da Custodi di Successo negli anni passati (che ne ha curato l’exit nel 2016), propone un servizio basato su tre step:

  • Individuazione delle infrazioni su Internet
  • Acquisizione delle prove digitali forensi a sostegno della causa
  • Avviso di takedown ai soggetti coinvolti

Sviluppato su piattaforma Saas, si basa su Big-Data, Automatic Content Recognition e indaga nelle reti peer-to-peer grazie ad un crawler proprietario.

 

Le altre startup selezionate sono:

  • Archon: permette di eseguire operazioni automatizzate da remoto con l’utilizzo di droni. La piattaforma metterà a disposizione delle applicazioni per gestire e coordinare i robot che le aziende possono usare per demandare ai droni procedure complesse, pericolose e ripetitive.
  • Athonet: il suo prodotto, Primo, attiva immediatamente le comunicazioni anche quando la rete telefonica mobile viene interrotta, attivando una rete Lte e G Hspa con supporto WiFi.
  • b-more: risolve il problema dell’autenticazione a diversi servizi utilizzando solamente tessera sanitaria e codice fiscale, eliminando tessere, siti e credenziali di accesso diverse per ogni servizio
  • CarBrain: il progetto prevede alla creazione di una soluzione che potrebbe risolvere il problema degli incidenti automobilistici che accadono mentre si effettua una retromarcia (stimati il 75% del totale a livello mondiale).
  • Credimi: startup fintech che consente alle aziende di cedere il credito delle fatture non evase anticipandone il pagamento entro 48 ore. Servizio web di finanziamento alternativo, può diventare fonte concreta di riduzione di costi e commissioni.
  • Ego: libreria privata in cui si memorizzano e si interagisce con i dati senza utilizzare cloud o servizi online. Si avvale di una tecnologia crittografata di comunicazione wireless, è gestito da un software nativo e che permette un doppio backup aggiornabile senza internet.
  • Mind the Gum: chewing gum integratore alimentare ideato per migliorare le performance mentali. La ricetta (autorizzata alla commercializzazione dal Ministero della Salute) contiene 15 componenti che stimolano la concentrazione e la memoria a breve e lungo termine.
  • Play2Rehab: il suo prodotto, NiuRion, è una soluzione per la riabilitazione fisioterapica progettata come un videogioco, che sfrutta principi simili alla tecnologia Kinect. Dotata di un kit di sensori per la cattura del movimento, è installabile su diversi supporti, anche ospedalieri.
  • Xnext: sistema a raggi X e X-Spectra che consente di stabilire l’esatta composizione chimica di un oggetto, individuando eventuali corpi estranei nei processi di produzione. Da un lato, aumenta il grado di sicurezza dei prodotti, dall’altro elimina il rischio di commercializzare linee di prodotto contaminate o difettose.

 

Detto questo, SIAMO PRONTI A RIPARTIRE!

Dopo l’esperienza di Kopjra e di tutte le altre startup che abbiamo supportato lo scorso anno, siamo pronti per iniziare un nuovo anno pieno di sfide e di successi e, come di consueto, auguriamo alle startup citate (e non citate) in questo post una Buona Strada verso il Successo!

 

Fonte:

businessinsider.com

Rielaborato da Custodi di Successo

Tag:, ,